Skip to the main content.
Richiedi un contatto
Richiedi un contatto
Hai qualche domanda? Contattaci!

M_m-Software-gestionale-vendite Software gestionale vendite

Il software gestionale vendite ideale per la vendita al banco di ogni punto vendita.

M_m-Gestionale-Retail Software retail

Il software retail in cloud ideale per una gestione completa di tutta l'attività.

M_m-gestionale-catene Software catene di negozi

Il software gestionale ideale per catene e franchising anche con conto vendita.

 

M_m-Fidelity-app App Fidelity Card

L'applicazione per le carte fedeltà che ti permette di comunicare direttamente con i tuoi clienti.

M_m-E-commerce E - Commerce

Un nuovo canale di vendita per non perdere le opportunità del commercio on-line.

M_m-Software-magazzino Software Magazzino

Tutto sotto controllo. Il software completo per la gestione del tuo magazzino.

 

M_m-Fedelta-Store Fedeltà Store
Software fidelizzazione clienti

fedelta.store è il software per la fidelizzazione dei clienti con App per iOS e Android. Disponibile nella versione integrata con iKYBER Portal e nella versione CRM in cloud.

M_m-SmartPet SmartPet
Gestionale per negozi PETSHOP

SmartPet è il software per negozi petshop. Realizzato grazie al prezioso contributo di negozianti del pet, è stato confezionato su misura per le esigenze specifiche che caratterizzano il settore.

 

6 min read

Retail: significato, caratteristiche, evoluzione

Retail: significato, caratteristiche, evoluzione

Cosa significa Retail

Retail significa vendita al dettaglio.

Quando si parla di retail ci si riferisce quindi a qualsiasi attività commerciale che vende prodotti o servizi al consumatore finale.

Questo significa che il cliente retail è qualsiasi persona che acquista beni o servizi per uso personale o comunque non per rivendere.

 

Differenza tra retail e wholesale

L'attività retail si definisce B2C, acronimo di "business-to-consumer", in quanto come abbiamo detto la vendita è destinata all'utilizzatore dei beni acquistati.

Il retail si differenzia dal mercato wholesale, in italiano mercato all'ingrosso, che si rivolge invece ai professionisti del settore, ossia ai rivenditori che acquistano per vendere a loro volta. In questo caso parliamo di B2B, ossia "business-to-business".

Le due tipologie di attività possono essere svolte contemporaneamente.
In questo caso l'azienda realizza una parte di vendite mediante il canale retail e una parte mediante il canale wholesaler.

È il caso per esempio di alcuni Brand, che oltre a vendere i loro prodotti direttamente ai consumatori, vendono anche ad altri negozi o distributori.

In questo caso la gestione delle vendite si differenzia per i listini prezzi, per i quantitativi e più in generale per le condizioni di vendita.

 

Wholesale-Retail

 

I settori e i canali retail

I settori retail sono diversificati e comprendono una vasta gamma di categorie, da quelle di più largo consumo a quelle più di nicchia.

Alimentari, libri, abbigliamento, giocattoli, ma anche bar e ristoranti, centri estetici e parrucchieri, i settori retail comprendono in pratica tutta la vendita al dettaglio di beni e servizi.

In funzione del settore e delle proprie strategie aziendali, ogni retailer sceglie i propri canali di vendita.

I canali retail quindi non sono altro che le modalità con cui le aziende retail propongono ai consumatori i loro prodotti sul mercato.

Vediamo quali sono i canali retail più diffusi.

Punti vendita fisici

Sono i classici negozi che possono essere "su strada" o nei centri commerciali, specializzati in un settore con categorie di prodotti più o meno vaste, come per esempio abbigliamento e calzature, prodotti per animali, prodotti di igiene per la casa e la cura della persona e così via.

Supermercati

Il supermercato è denominato GDO (Grande Distribuzione Organizzata).
Esso infatti offre una vasta gamma di prodotti, prevalentemente di genere alimentare, ma anche molte altre categorie: dall'abbigliamento al pentolame, dalle piante, agli articoli sportivi, insomma tutto quanto ha a che vedere con i beni di largo consumo.
La stessa tipologia di attività retail è svolta anche dai Discount, sempre più diffusi, che vengono contraddististi con questo temine in quanto trattano prodotti perlopiù di marche sconosciute economicamente più convenienti.

Distributori automatici

I distributori automatici/vending machine sono dei veri e propri canali di vendita. Dalla distribuzione di bevande calde o fredde, agli snack, fino ad arrivare a prodotti di parafarmacia e molte altre tipologie di prodotti.

Temporary store o Pop up store

I temporary store sono dei punti vendita fisici a tutti gli effetti, con la particolarità che il loro periodo di permanenza in una determinata location è limitato ad un periodo più o meno breve.
Solitamente queste tipologie di attività sono strettamente collegate a delle strategie di marketing: per il lancio di un prodotto o per consolidare un brand, per esempio, in pratica per creare un touch point fisico che veicoli il marchio.

Negozi digitali

I negozi digitali più comuni sono gli e-commerce e i market-place (Amazon per esempio).
Inoltre sempre di più i brand utilizzano app e-commerce, che consentono di creare un rapporto più diretto con il cliente.
Anche i social media contribuiscono in maniera significativa alla vendita on-line.

Altri canali di vendita adatti particolarmente per determinate tipologie di prodotti e specifiche tipologie di clientela sono: il porta a porta, la televendita, la vendita postale.

Ogni settore retail ha nel suo contesto delle proprie dinamiche legate alla tipologia di prodotto, tuttavia la vendita al dettaglio è caratterizzata da una serie di processi comuni a tutti i settori.

 

I processi che caratterizzano il retail

La vendita è solo l'anello di chiusura di tutta l'attività, ma le sfide che il retailer deve affrontare ogni giorno per stare al passo con le esigenze del mercato, sono davvero numerose.

Vediamo nel dettaglio alcuni dei processi chiave che caratterizzano il retail.

Gestione del magazzino

La gestione del magazzino comprende una serie di attività che vanno dal carico e scarico delle merci alla gestione delle scorte, dallo stoccaggio merci all'inventario.

Una buona organizzazione magazzino garantisce il giusto approvvigionamento delle scorte per soddisfare la domanda dei clienti, senza esuberi fuori controllo o rotture di stock.

Per ottimizzare la gestione è molto importante seguire delle corrette procedure e avvalersi dell'utilizzo di un buon software gestione magazzino.

 

iKYBER Portal

 

Gestione dei punti vendita

La gestione punti vendita prevede un impegno molto importante sotto diversi aspetti, vediamo i primari.

  • Il layout del negozio
    Deve essere organizzato tenento conto dell'estetica per invogliare i clienti a visionare i prodotti, e della strategia, per creare un percorso di vendita prioritario per la redditività del negozio.
  • La tipologia di prodotti
    Le preferenze dei clienti possono cambiare anche in funzione della location del negozio. Anche nei punti vendita di catena, per esempio, gli articoli più venduti variano proprio a seconda della zona e quindi del tipo di clientela.
  • La contabilità negozio
    Tenere le spese sotto controllo consente di ottimizzare il margine di guadagno e migliorare i risultati dell'attività.
  • Analisi vendite
    Monitare costantemente l'andamento dell'attività attraverso l'analisi dei dati è fondamentale per individuare eventuali punti deboli sui quali intervenire.

Gestione delle vendite

Il retail basa la propria attività sulle vendite, motivo per cui l'azienda è costantemente impegnata nella ricerca di nuove idee per incrementare le vendite in negozio.

La vendita include nella sua gestione il rapporto con i clienti, la personalizzazione dell'offerta, consigli e suggerimenti per migliorare la soddisfazione dell'esperienza di acquisto.

Delle corrette strategie accompagnate da delle buone tecniche di vendita in negozio concorrono ad aumentare lo scontrino medio, a fidelizzare i clienti e a fare buona pubblicità del proprio brand.

Infine, un buon software gestionale vendite, aiuta in maniera determinante a semplificare e velocizzare tutte le attività di vendita.


Gestione delle catene di approvvigionamento

La pianificazione degli acquisti e l'esecuzione delle attività necessarie per comprare e distribuire i prodotti ai punti vendita, giocano anch'esse un ruolo chiave nella gestione retail.

Partendo dalla ricerca, selezione e gestione fornitori, fino ad arrivare alla distribuzione della merce nei magazzini e nei punti vendita.

Il monitoraggio della qualità dei prodotti, la gestione delle consegne, la logistica, sono attività che richiedono delle procedure ben precise, al fine di garantire il buon esito di tutta l'attività senza sprechi di risorse.


Gestione delle promozioni e del marketing

Le attività di marketing e promozione per attirare i clienti e fidelizzarli è sempre di più un'operazione indispensabile per qualsiasi retailer.

Il retail marketing è un'attività molto diversificata che richiede una buona pianificazione, una adeguata attuazione e un costante monitoraggio.

Le campagne pubblicitarie possono essere effettuate mediante diversi canali, in particolare la scelta è solitamente legata alle tipologie di clienti e di prodotto offerto.

Inoltre, una buona strategia di marketing comprende delle campagne di fidelizzazione, che solitamente vengono attivate mediante programmi fedeltà che prevedono sconti particolari, offerte promozionali, raccolta punti a fronte di premi o cashback.


Gestione delle risorse umane

La gestione delle risorse umane include non solo una corretta pianificazione delle assunzioni e dei turni di lavoro, ma e soprattutto la formazione di una squadra di lavoro preparata e motivata, ambasciatrice del brand, in grado di consigliare il cliente nelle proprie scelte e di invogliarlo a ritornare.


Gestione delle operazioni online

Con l'avvento del commercio elettronico molti retailer hanno affiancato al punto vendita fisico anche la vendita on-line.

Questa attività richiede una gestione centralizzata, che consenta una visione globale delle giacenze e della logistica associata alla consegna dei prodotti.

Questo è possibile grazie all'utilizzo di apposito gestionale e-commerce.

 

Richiedi una demo

 

L'evoluzione del retail

Se pensiamo al modo di fare acquisti di qualche anno fa è visibile agli occhi di tutti che il settore retail, non solo ha subito una svolta epocale, ma continua ad essere in continua trasformazione.

L'evoluzione del retail è caratterizzata da diversi elementi che influenzano il settore in modo significativo. Vediamo nel dettaglio quelli più significativi.

Tecnologia avanzata

Lo sviluppo delle tecnologie come l'intelligenza artificiale, l'apprendimento automatico, la realtà virtuale, consentono l'automazione dei processi e l'analisi dei dati in tempo reale. Questo favorisce, da un lato l'ottimizzazione dell'esperienza di acquisto del cliente, dall'altra l'introduzione di nuovi modelli di business da parte del retailer.

Commercio elettronico in crescita

Il commercio elettronico ha un impatto significativo sull'evoluzione del retail.
Gli e-commerce e i marketplace sono diventati canali di vendita essenziali per molte aziende, questo implica un'ottima organizzazione nella gestione del magazzino, la logistica e le consegne, quest'ultime ormai prioritarie per soddisfare le aspettative dei clienti.

Esperienza del cliente personalizzata

Il cliente sempre di più desidera un'esperienza di acquisto personalizzata e su misura.
È possibile riuscire a rendere unico il momento dell'acquisto grazie all'utilizzo di appositi software gestione clienti che raccolgono informazioni sulle abitudini di acquisto di ciascun consumatore, sia off-line che on-line.
Analizzare i dati dei clienti consente di offrire consigli su misura e di fare promozioni mirate su ciascuno di essi aumentando il tasso di fidelizzazione.

Vendita multicanale o omnichanel

L'omnicanalità è l'integrazione sinergica tra i diversi canali di vendita: negozi fisici, e-commerce, app mobile e social media.
Il retail si sta spostando sempre più verso questo approccio, in cui i consumatori possono interagire con il brand attraverso i diversi canali per un'esperienza di acquisto senza interruzione.
Questo richiede da parte del retailer un'efficace integrazione dei canali e una gestione centralizzata dei dati di vendita sia lato inventario, sia lato cliente, al fine di offrire un'esperienza di acquisto fluida e coerente.

L'integrazione dell'esperienza fisica e digitale

Interscambio di informazioni tra on-line e off-line, possibilità per il cliente di prenotare un prodotto sull'e-commerce e ritirarlo in negozio (click and collect), visualizzazione dello storico acquisti nella fidelity app mobile, queste e molte altre attività sono diventate per il cliente fondamentali per la sua esperienza di shopping.

Per questo motivo le aziende retail implementano tecnologie interattive e digitali mediante piattaforme gestionali in grado di garantire continuità ai clienti nel loro processo di acquisto.

L'importanza della customer experience

La customer experience è diventata un elemento cruciale per il successo nel settore retail.

Un servizio clienti di qualità, una valida assistenza post vendita, e tutto quanto possa creare una buona esperienza di acquisto che mette il cliente al centro, ha sempre più valore in qualsiasi tipologia di attività retail.

La sostenibilità

Le persone sono sempre più attente all'impatto ambientale dei propri comportamenti.

Anche nella fase degli acquisti, quindi, prediligono aziende e brand che utilizzano pratiche sostenibili nella loro catena di approvvigionamento come per esempio l'utilizzo di imballaggi riciclabili e prodotti eco-friendly.

In conclusione possiamo dire che il retail è in una fase di evoluzione continua che vede il cliente sempre più informato e il modo di acquistare sempre più dinamico.

La tecnologia è sempre più protagonista nella vita del consumatore e le aziende retail, sfruttandone il potenziale possono trarne enormi benefici.

Richiedi una demo

 

 

 

Vendita al banco, assistita o e-commerce? | Strategie di vendita

3 min read

Vendita al banco, assistita o e-commerce? | Strategie di vendita

Le strategie di vendita comprendono le modalità con cui vengono offerti i prodotti alla propria clientela: vendita al banco, vendita assistita e...

Read More
La gestione magazzino nella vendita al dettaglio

6 min read

La gestione magazzino nella vendita al dettaglio

Una gestione magazzino fatta bene contribuisce in maniera determinante al raggiungimento dei buoni risultati di tutta l’attività di vendita del...

Read More
Software gestionale vendite: come scegliere il più adatto

7 min read

Software gestionale vendite: come scegliere il più adatto

Quando si tratta di gestire le vendite, un software gestionale è sicuramente uno strumento prezioso.

Read More